play
 

VANINI, 1986

Nel 1996 Angiolo Vannini e Beniamino Ghilardi, che a quel tempo lavoravano nella grande industria, si incontrano, lasciano il lavoro e se ne inventano un altro. Stampano la plastica, corrono gli anni, crescono, tanto che la SCAME, l’azienda che prende vita dalla loro unione, diventa un gruppo, una holding (SCAME spa) dedita a diverse forme di lavoro (studio, trasformazione, produzione, commercializzazione) dei più diversi prodotti della tecnica (materiali termoplastici. componenti elettromeccanici, impianti industriali, automodelli). Alla fine dell’ottantotto il gruppo SCAME-MASTAF avrà firmato fatture per sessanta miliardi. Nel 1986, Angiolo Vannini, sempre lui, complice Enrico Baleri, crea VANINI, una nuova linea di complementi per l’arredo di spazi pubblici e privati: mensole, appendiabiti, contenitori multiuso, carrelli, etc.. 

Un fiore da mettere all’occhiello.